La città, costellazione di destini

Luciano Bobba, Walking in the metropolis, 2006 http://www.lucianobobba.com
Stefano Raimondi (Milano, 1964) è poeta e critico letterario, laureato in Filosofia all'Università degli Studi di Milano. Sue poesie sono apparse nell’Almanacco dello Specchio (2006) e su Nuovi Argomenti (2000; 2004). Ha pubblicato Invernale (1999); Una lettura d’anni, in Poesia Contemporanea. Settimo quaderno italiano...

Stefano Donno, “militante” per la Poesia contemporanea italiana

Carlo Benvenuto, Senza titolo, 2016, cm 61x58
Si affaccia nell'ambito della poesia contemporanea italiana una nuova collana di poesia, che certo merita di essere tenuta d'occhio. Si tratta della collana Z che Stefano Donno, coraggioso micro editore de I Quaderni del Bardo Edizioni ha inaugurato da pochi mesi, affidandone la cura al...

Oplà! E i pensieri prendono il volo

Marc Chagall, Over the town, 1918, oil on canvas, Tretyakov Gallery, Moscow, Russia Public domain USvia Wikiart
La ricerca dell'essenza è ciò che ha sempre fatto da guida a Paola Venezia nell'arte plastica o figurativa, così come nella scrittura e nella vita. È lei stessa a scriverlo, nell'introduzione alla sua raccolta poetica intitolata L'immenso è semplice, uscita a dicembre scorso tra...

Filippo Passeo, quel poeta “sporco di vita”

Un inno d'amore per la sua terra d'origine, la Sicilia, fatta di cieli stellati, albe spettacolari e ancora foglie di limone e profumo di zagare, che rievocano memorie passate e più che mai vive, grazie ai nitidi ricordi dell'autore: In agosto ci sono notti...

Emil Cioran, quell’antidoto contro i veleni del secolo

Non so se, nei suoi attraversamenti della città (Parigi), sia mai passato da boulevard Morland. Nell'autunno del 2014, al numero 8 di questo viale nei pressi della Bastille, in un piccolo appartamento di trenta metri quadri all'ultimo piano di un palazzo tipicamente parigino, ho...

Ecco perché “amare” vuol dire “cadere”

Un totale e in certo qual modo speranzoso abbandono al sentimento più potente, autentico e atroce che l'uomo sia in grado di provare: l'Amore, inteso nella sua accezione più ampia, sia quello rivolto alle donne amate, sia quello per il Creato, considerato nella sua...

“amico mio…”: L’ultima lettera di Giuseppe D’Ambrosio Angelillo

Un'intensa lettera colma di vigore e fermezza, dove l'autore, Giuseppe D'Ambrosio Angelillo - poeta ed editore, recentemente scomparso, lasciando un grande vuoto nel mondo della poesia e non solo -, rivolgendosi all'amico caro, lo sprona a percorrere con convinzione la strada segnata, forte del...

La felicità è l’unica risorsa di cui avrai mai bisogno

Fuoco unanime 1 L'urlo delle cornacchie squarcia l'aria. Sul piano d'orizzonte, tra i palazzi, all'ora in cui s'attardano i pensieri e sfumano parole nei racconti di giornate - diafane e imprensili, non catturanti - piega la poca luce verso sera. Convergono dal prima all'ora, ciascuno dal suo...

Ci ha lasciati il creatore di libri preferito da Alda Merini

È scomparso all'età di 61 anni Giuseppe D'Ambrosio Angelillo, poeta, umanista, editore-artigiano, fondatore negli anni Ottanta di Acquaviva, piccola e prolifica casa editrice a Milano, così chiamata in onore del paese d'origine del poeta, Acquaviva delle Fonti in Puglia. Trasferitosi in città all'età di...

Quando la vita si veste di poesia

ilgiornaleoff
Emozione è lasciare che l'uscio cigoli / e le camicie da stirare /andare in giardino, scoprire la voce forte e / sottile della sera / aspettare quell'ora magica che confonde i sensi. Così Carla De Angelis, nella sua recentissima raccolta poetica intitolata Mi fido...

Io canto il corpo-poesia: carne e sangue dalle pagine di Sonia Caporossi

Nel Segno nel segno che incide la carne dei polsi nel prisma iridato che incarna i tuoi occhi nel battito esangue del fiato che muore squassando un delirio che affoga parole io sento il mio istinto assetato di gioco io vedo il mio fato forgiato nel fuoco un significato pretende ben...

La Ville Lumière riluce nel bâtiment di un ospedale pediatrico

il giornale off
Senso di vertigine è quanto si prova nel leggere la recentissima silloge di Giuseppe Vanni - edita da Fara Editore - dal titolo Paris Necker, dove sullo sfondo di una Parigi monumentale dalle architetture ispirate al trionfale ottimismo ottocentesco, il poeta affronta a...

Mimma Faliero. Ed il libero pensiero prende il sopravvento

Vuoto Si invalida il tempo lungo una scia di stelle fragili e acidi umori in un travaso di vuoto. Ho amato tanto le lacrime da disertare la morte scegliendo di vivere un pretesto che si fingeva vita nascondendosi nell'inferno di un altrove. *** Ogni giorno si perde qualcosa Ogni giorno si perde qualcosa: un volto, una voce, un anello,...

Semplicità, felicità e leggerezza. I lampi poetici di Donato Di Poce

Non essere troppo leggero / Che diventi pesante. È uno dei poesismi più rappresentativi di Lampi di leggerezza, silloge del poeta e critico d'arte Donato Di Poce, all'insegna di semplicità, felicità e leggerezza. Pubblicato quest'anno da Acquaviva edizioni, il libro è formato da una...

Giulio Regeni. Quando la poesia diventa la voce del dolore

Dare voce, con rispetto e pudore, al sentimento del dolore, attraverso la parola poetica che si fa testimone del male del proprio tempo, ricercando altresì una qualche “luce” quale approdo per l'anima, precipitata nel buio più totale. Questa la difficile prova affrontata da Vera...

Ulisse Casartelli. Nella stanza della poesia, tra felicità e tragicità

La poesia di oggi sarà accoglierti a braccia aperte, smussare gli angoli ricoprendo di cotone i miei spigoli. Non fingerò di essere buono e la smetterò di difendermi da un dolore antico che come un gancio mi riporta a quando ero bambino. La poesia di oggi sarà prendere per mano la mia bimba e raccogliere...