Quel maledetto giorno in cui volli conoscere il mio aguzzino

La mia è una storia a lieto fine, una di quelle storie che squarciano le tenebre, che possono ridare speranza a tutte quelle donne che vivono nella paura, nel giogo di un uomo violento. Mi chiamo Francesca o forse Teresa o Giulia o Chiara...

Riccardo Prisciano aggredito da musulmani in una moschea

Riccardo è un  maresciallo dei carabinieri, congedato dall’Arma nel luglio del 2015, per “islamofobia, xenofobia, omofobia, violazioni dei doveri attinenti al grado ed al giuramento prestato e per aver inficiato l’apoliticità della Forza Armata”: questo  è quello che viene riportato nella notifica del procedimento disciplinare. ...

Carla De Conti, la tabaccaia che ora si difende da sola

«Ho iniziato a perdonarmi perché da vittima (e vittime si è per sempre, indipendentemente dalla gravità del reato) avevo iniziato a colpevolizzarmi, anche nei riguardi di mio figlio e di mio marito. Quello che ho subito io lo hanno subito loro e se non perdono...

Gli danno l’ergastolo, piange lacrime di coccodrillo

Ergastolo. Dieci coltellate che hanno spezzato più vite. Per un pugno di gioielli. Per il nulla insomma. Ergastolo. In una parola un dramma e tante ferite che una sentenza non può e potrà mai sanare. Una figlia che ha scoperto il cadavere...

Delitto Migliorati: dopo l’assalto degli sciacalli ora inizia il processo

Maria Antonietta era una donna che amava stare in compagnia. Aveva 73 anni, viveva a Rho e amava curare il suo aspetto e stare con i nipoti, il Ferragosto a ballare al centro anziani, la spesa al mattino nelle vie del centro: quel giovedì...

#legittimadifesa. Il drammatico caso dei coniugi Solano, ancora senza giustizia

Driiiinnnn...driiiinnnn... driiiinnnn... “Che ore saranno?... ma oggi è domenica...  Guardo la sveglia, neanche sono le nove! Chi sarà a quest'ora?... nel silenzio della mia casa, quel suono  ha qualcosa di sinistro. Milano, ad agosto, è una città fantasma, tutti sono in vacanza, al mare...

Luca Volpe: “Lo Stato non fa niente per le vittime di reati violenti”

ilgiornaleoff
Per la nostra rubrica #legittimadifesa abbiamo intervistato Luca Volpe, avvocato, che da tempo sostiene e condivide gli obiettivi di UNAVI. «Svolgo questa nobile professione a Trani, la mia città natia, e Roma. Prevalentemente mi occupo del variegato mondo del diritto di famiglia curandone sia gli...

A Milano un fondo per le vittime di aggressioni violente

E' il 1 Aprile, la domenica di Pasqua e Milano nei giorni festivi è proprio un deserto. Poco dopo le 13.30 Giovanni Ravenna, 86 anni, esce dalla fermata di Turro: è appena stato alla Santa Messa al Duomo e solo, sta tornando verso casa dove...

A Milano “non sei solo”: in difesa delle vittime del bullismo

Il 19 Dicembre è nato, a Milano, il Comitato Non sei solo, che ha tra i suoi obiettivi quello di fare formazione e prevenzione sulle problematiche giovanili, bullismo e cyberbullismo sul territorio milanese e organizzare incontri patrocinati dal Comune di Milano e dalle Istituzioni. Le azioni immediate...

“Vivo il giorno aspettando la sera per sognare mio figlio Daniele”

«Per me la stanza dove oggi risiede l’assassino di mio figlio dovrebbe avere le misure del loculo di Daniele». Da mamma non posso che condividere le parole di Ines Righini. Ines e Domenico avevano due figli, Claudio e Daniele, inseparabili nel lavoro, nelle partite...

Spara al ladro. Da vittima a imputato!

Allo Spazio Pin a Milano il 20 gennaio l’UNAVI Unione Nazionale Vittime ha organizzato il convegno “L’Italia: l’inferno della legittima difesa” insieme a Marco e Nicolò Petrali e al poliziotto Paolo Citran, che hanno scritto rispettivamente due libri sulle loro vicende “ Legittima difesa”...

È giunta l’ora della legittima difesa!

Nel nostro Paese esiste una moltitudine silenziosa di uomini e donne che soffrono, a causa della mancanza di un sistema d’assistenza e tutela delle vittime di azioni violente. Noi di OFF, che intendiamo difendere la Cultura e, conseguentemente, l'Identità di un popolo, affinché questo...

175 coltellate ancora impunite

Annalisa e Monica erano davvero amiche: si trovavano a Ferriere, un paesino in montagna nel piacentino. Annalisa era una ragazza apprezzata, oltre che per la sua bontà, anche per il suo impegno nel sociale e proprio per aiutare l’amica a superare la depressione cercava...

Sgozzato, senza un perché, da quello straniero

Avevo ventisette anni quella notte tra il 12 e il 13 marzo del 2015, quando insieme ai miei amici mi recai al mio bar preferito a Terni. Quel luogo, uguale a mille altri, aveva la singolarità di trasformare la monotonia di una settimana come...

L’ultima corsa di Andrea Salvarani

Non lo avrebbe potuto evitare, non lo avrebbe potuto intuire, non avrebbe potuto immaginare che quella corsa sarebbe stata l’ultima della sua vita. «Mio fratello Andrea era un cinquantenne garbato, sorridente, pignolo, entusiasta, chiacchierone», così lo descrive suo fratello Paolo, gli amici e i familiari,...

Chiedono sicurezza e la sindaca gli ride in faccia

«Ormai non dormo più». Queste le parole che Roberta continua a ripetermi. «Per questo non voglio più stare zitta, mi sto esponendo per la rabbia e l’esasperazione, ma è impossibile continuare ad andare avanti facendo finta di niente!». Al telefono la signora Brio racconta ancora...