Se un governo chiude la Cultura, allora qualcosa non funziona…

0

Con Antonio  Tajani, Marcello Sorgi, Maria Rita Gismondo e Pietrangelo Buttafuoco, Edoardo Sylos Labini ospite da Barbara Palombelli a Stasera Italia su Rete 4 ha proposto che il Governo finanzi le sedie vuote in platea: il 27 marzo teatri e cinema non riapriranno per un quarto della loro capienza. Non si aprirà niente e Franceschini non conosce il mondo dello spettacolo. Quando una nazione chiude la Cultura e lo Sport, vuol dire che qualcosa non funziona: lo Stato si impegni a risarcire la poltrona vuota obbligatoria

Mentre in Israele riaprono musei, teatri e concerti, in Italia i luoghi della cultura non solo restano ancora ostinatamente chiusi, ma vengono trasformati in centri di vaccinazione per sopperire ai ritardi, all’immobilismo e ai disastri di questi mesi. L’immagine della lunga fila di docenti davanti al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano dei giorni scorsi, in attesa della somministrazione del vaccino, sono l’emblema del fallimento di Arcuri e del governo Conte nella gestione della pandemia. Immagini che sviliscono i luoghi simbolo dell’arte e la dicono lunga su che cosa rappresenti la cultura in questo Paese. Una bellezza negata e offesa.

ARTICOLO INTEGRALE COL VIDEO DELLA DIRETTA SU CULTURAIDENTITA’