Chi l’ha detto che la magia celtica è fuori moda?

0

Dopo il successo del primo volume La Principessa di Ys, uscito nel 2019, tornano le avventure della giovane maga Morrigan, detta Mor, in Il Guardiano di Ys (Acheron, 2020, 350 pagine, 14 euro), capitolo conclusivo della breve saga creata da Sara Simoni.

LEGGI ANCHE Tra Harry Potter e il mito di Atlantide

La storia inizia poco dopo la conclusione del primo capitolo: Mor sta portando in salvo il legittimo re di Ys, anche se si rivela ben diverso dalle aspettative, per rovesciare la dinastia regnante e porre fine alle persecuzioni dei draoidh, maghi che come Mor vengono temuti per i loro poteri fuori dal comune.

Sara Simoni torna in libreria con Il Guardiano di Ys

La strada del ritorno, tuttavia, si rivelerà ancora più pericolosa dell’andata, poiché stavolta la giovane dovrà vedersela con il suo amato principe Cormac, posseduto da uno spirito malvagio, e per salvarlo dovrà trovare il modo di spezzare una maledizione che dura da 2000 anni.

Come nel precedente libro, i fatti vengono narrati in prima persona dalla stessa Mor: attraverso i suoi pensieri, il lettore arriva a percepire le emozioni contrastanti nel cuore della maga: la paura di perdere l’uomo che ama, la rabbia verso chi vorrebbe toglierle i suoi cari, il desiderio di proteggere questi ultimi senza dover sacrificare nessuno. Ogni capitolo del libro si chiude lasciando un tale carico di suspense da spingere il lettore ad andare avanti per scoprire come andrà a finire.