7ettanta6ei Gallery, “Memorie e valori” di un’arte popolare

0
Instagram Emanuele Beluffi

Lo avevamo visto a Palazzo Medici Riccardi a Firenze e poi al Museo Palazzo della Penna di Perugia. Lui è Ciro Palumbo (Zurigo, 1956; vive e lavora a Torino) e dal 13 giugno lo potremo vedere, a Milano, con la mostra Rinascenza negli spazi di 7ettanta6ei Gallery di Alessandro Erra: dieci opere e due sculture più la presentazione del catalogo comprendente tutto il ciclo fin qui realizzato da Ciro Palumbo, da Firenze a Perugia.

Ma questo è anche il cinquecentenario della morte di Leonardo da Vinci ed ecco dunque che Alessandro Erra, gallerista e messaggero di cultura, in collaborazione con Debora Santagata, promuove per l’occasione una grande operazione culturale: Memorie e valori, affidandola a Ciro Palumbo per l’aspetto artistico e ad Antonio Casale, Maurizio Amabile, Giulio Raddi, Antonio Concilio, Remo Servidio e Giovanni Greco per il coordinamento.

L’obiettivo? La diffusione in tutta Italia del lascito leonardesco attraverso la produzione, in tiratura limitata, di multipli serigrafici di soggetti liberamente ispirati a opere iconiche come L’Annunciazione e L’ultima cena.

Alessandro Erra, in collaborazione con Debora Santagata, promuove l'operazione culturale "Memorie e valori" con l'artista Ciro Palumbo

Perché l’arte non è solo “cosa da ricchi”: Alessandro Erra vuole infatti portare la cultura anche nelle case delle persone “upper middle class”, che magari non hanno ancora sviluppato frequentazioni abituali con l’acquisto di opere d’arte e tuttavia non disdegnano affatto quel particolare tipo di oggetto che è l’oggetto d’arte.

Articolo precedenteCiao Franco. Ciao Maestro!
Articolo successivoFabio Ferrone Viola, dal prêt-à-porter alla pop art
Nato a Milano, vivo e lavoro a Milano. Giornalista pubblicista. Laurea in Filosofia. Coordinatore di redazione presso Il Giornale OFF, spin off culturale del quotidiano il Giornale e presso CulturaIdentità (RG Produzioni, Milano). Scrivo di macchine e moto su Drive'n'Ride. Ho curato cento mostre di arte contemporanea in Italia, in collaborazione con svariate gallerie d'arte; i relativi testi critici sono tutti pubblicati a catalogo e online. Ho scritto una monografia pubblicata da Skira. Nel 2016/17 sono stato coordinatore del gruppo Cultura del movimento politico di Stefano Parisi Energie PER l'Italia, candidato sindaco di Milano alle elezioni 2016. Ho prodotto un magazine cartaceo d’arte contemporanea a colori su carta patinata, presentato a diverse fiere internazionali d’arte contemporanea e di cui una copia è conservata al Centre Pompidou di Parigi. Attualmente sono conservatore della Biblioteca della casa-museo Fondazione Giancarlo Sangregorio di Sesto Calende (Varese). Profilo completo qui: https://www.linkedin.com/in/emanuele-beluffi/