Francesca Della Ragione: “Fate come me, lottate sempre per i vostri sogni che prima o poi si realizzano”

0

È uno dei volti femminili più interessanti del momento. Versatile, eclettica, brillante, drammatica, Francesca Della Ragione sta raccogliendo in questo periodo risultati importanti grazie a ruoli intensi che le valgono riconoscimenti da pubblico e critica, ultimo il prestigioso premio al Terra di Siena Film Festival come miglior attrice emergente per il ruolo di Patrizia nel film “La banda dei tre” disponibile su Sky Premiere. Nel film di Francesco Maria Dominedò, Della Ragione fa parte di un cast corale in cui spiccano, tra gli altri, Marco Bocci, Francesco Pannofino e Carlo Buccirosso.

Francesca, ci racconti questo film e il suo personaggio.

È stata un’esperienza che porterò sempre con me sia a livello professionale sia personale. Professionale perché è stato un ruolo tosto, personale perché ho avuto la fortuna di incontrare e lavorare con delle persone speciali, molte delle quali adesso sono nella cerchia delle mie amicizie più strette. Interpreto Patrizia, una donna piegata dalla vita, maltrattata dal marito ma in fondo con una grande forza che si concede una seconda possibilità. Lei è una sognatrice d’animo e fa quello che fanno i sognatori: andare avanti nonostante tutto sperando sempre per il meglio.

La vediamo in alcune scene con Marco Bocci, un bravo attore che ha da poco esordito anche nella regia dimostrando enormi qualità. Sarà stato molto stimolante lavorare con lui.

Con Marco c’è stato da subito un bel rapporto. È una persona umile e molto disponibile. E sul set da tutto se stesso. È stato molto bello e quindi “facile” lavorare con lui, proprio grazie a queste sue peculiarità. Questa complicità traspare anche sullo schermo.

Dopo il teatro, i cortometraggi e ruoli più piccoli si può dire che questo sia il suo momento, un invito a non mollare mai, esempio di abnegazione e sacrificio.

Esatto, ben detto. Mai mollare, se una persona ha un sogno non importa come, quando o quanto tempo ci si mette, alla fine i risultati arrivano. Bisogna lottare sempre per i propri sogni nella vita nonostante tutto e tutti. Un sogno soprattutto non va mai difeso con altre persone, va inseguito e realizzato, va fatto e basta.

Cosa sta preparando e dove la vedremo prossimamente?

Ho girato due film che sono attualmente al montaggio: la commedia romantica “The Christmas Show” di Alberto Ferrari che vedremo al cinema a dicembre e l’horror “Piove” di Paolo Strippoli, la cui data di uscita sarà decisa in base ai festival a cui il film parteciperà. Poi prossimamente inizieremo le riprese del nuovo film di Giovanni Virgilio in Sicilia dal titolo “I Racconti della domenica”. Infine ci sono altri progetti ma per scaramanzia non dico nulla!.

Le sale stanno riaprendo lentamente, eppure è stato un anno dove l’audiovisivo è riuscito ad andare sul set per girare film, serie e fiction. Le piattaforme in questo sono state un’ancora di salvezza. Lei che idea si è fatta e cosa auspica per il futuro?

È una situazione delicata. Il Covid ha accelerato un processo che sarebbe avvenuto più gradualmente. I film torneranno in sala perché quella è la loro casa, ma andranno cambiati tutti i processi che sono dietro alla filiera della distribuzione, dei diritti e degli esercenti. Adesso il pubblico ormai è più attento ai contenuti, alla storia, rispetto “ai nomi” sul cartellone, e se lo devi far alzare dal divano di casa sua deve valere davvero la pena. Quindi questo presta il fianco anche al discorso dei contributi e bandi per le nuove produzioni. Forse andrebbero cambiati in parte i parametri di assegnazione. Vedremo cosa accadrà, ma sono fiduciosa perché i cambiamenti sono sempre positivi.

C’è una domanda che merita una risposta ma che ancora nessuno le ha fatto?

Mi preme solo dire, specialmente a chi adesso vive momenti di sconforto o molto difficili, di cercare di portare a proprio favore le paure e i cambiamenti. È quello che ho fatto nella vita privata recentemente non senza dolore o fatica, che risponde alla domanda: “Questo mestiere è complicato così come sembra?”. Lo è di più, questa è la verità. Ma se riusciamo a farlo, se riusciamo a cogliere le opportunità dove non si vedono a prima vista, sia personalmente che professionalmente, allora davvero non ti ferma più nessuno e ti vivi ogni giorno con gratitudine, apprezzando il tempo che hai e quello che fai.

*Curatore dell’inserto Lunedì Film de Il Quotidiano del sud