Urban Fabula, i colori dell’Impressionismo in note jazz

0

Note fluide, liriche e poetiche fanno parte dell’ultimo disco degli Urban Fabula, gruppo formato da Seby Burgio al piano, Alberto Fidone al contrabbasso e Peppe Tringali alla batteria. Il titolo di questo concept album uscito per la Trp Music è Movin’, nato, come espresso dal libretto, grazie all’amicizia che lega i musicisti, profondamente uniti dal punto di vista umano e per questo perfettamente in sintonia anche dal punto di vista musicale. Il disco, contraddistinto dai seguenti brani: Value of Duty, Circle, Yoro, Opportunity the Rover, Jet Lag, Manu, Cubanito, Englishman in New York, è stato prodotto da Riccardo Samperi. Seppur si tratti di pezzi strumentali, essi riescono a svolgere tematiche che hanno a che vedere con l’esistenza, attraverso uno stile in bilico tra il Jazz e la musica colta.

Sono fiotti sonori variopinti, qua e là con coloriture impressioniste, in certi frangenti dal sapore esotico. Si avverte il feeling tra questi eccelsi esecutori, che dimostrano tutte le loro capacità, passando con scioltezza da note gravi ad altre allegre, facendo apparire tutto semplice ed estremamente fluido, riuscendo così a farci rilassare e emozionare.

Sono brani sfavillanti, che comunicano importanti messaggi, inneggiando alla pace, alla speranza e alla genuinità, invitandoci a rintracciare quell’armonia che a volte si va perdendo dentro la nostra società frenetica. Per trovarla dovremo avere molta responsabilità e molta coerenza, bisognerà essere aperti al divenire, a scoprire nuovi lati di noi. In Movin’ Ci si rivolge anche ai bambini, portatori di purezza, autenticità e verità. Rappresentano quello che abbiamo perso e anche l’avvenire.